Home » Diritto del Lavoro » Differenze retributive

Differenze retributive

Differenze retributive e/o contributive

Il mio studio è in prima linea per ottenere le differenze retributive e/o contributive non versate dal datore di lavoro.

Per differenze retributive si intendono gli importi dovuti per legge al dipendente, a seguito della propria attività lavorativa e, tuttavia, non corrisposti dal datore di lavoro.

Si può trattare, per esempio, di MENSILITA' ARRETRATE E MAI VERSATE, di STRAORDINARI NON CONTEGGIATI in busta paga, di INCREMENTI SALARIALI dovuti a mansioni superiori effettivamente svolte, di FERIE NON GODUTE, ecc.

Il datore di lavoro si considera inadempiente già nel momento stesso in cui scade il termine per il pagamento della busta paga mensile.

E’ fondamentale essere in possesso di tutti i cedolini paga, ma nel caso in cui il datore di lavoro inadempiente non abbia provveduto alla consegna di questi ultimi, sarà possibile ricostruire la propria busta paga con conteggi certificati.

Nelle controversie di lavoro il tentativo di conciliazione è, di norma, facoltativo, dunque, chi intende proporre in giudizio una domanda può, prima di procedere al deposito del ricorso, alternativamente:

– promuovere tramite il mio studio il tentativo di conciliazione davanti alla Commissione di conciliazione costituita presso la Direzione Territoriale del lavoro, anche detta DTL;

– avvalersi delle procedure di conciliazione previste dai contratti e dagli accordi collettivi.

Se risultano vani i tentativi di conciliazione, il dipendente può ricorrere al giudice con una causa ordinaria o con decreto ingiuntivo.

Puoi contattare il mio studiio chiamando il numero 051.3399499 o compilando questo modulo.