Cancrena e amputazione: malasanità e risarcimento

Assistenza legale e medico legale

Lo Studio Legale COVA ha grande esperienza nella trattazione di casi di cancrena e successiva amputazione causati da errori nella diagnosi o nel trattamento

Assistenza legale per risarcimento

Se Tu o un tuo parente avete subito una cancrena a causa di errori nell'intervento chirurgico e la condizione non è stata prontamente diagnosticata e trattata rendendo necessaria un'amputazione, contatta lo Studio Legale per ottenere un inquadramento del caso 

Definizione di cancrena

I pazienti che sviluppano cancrena dopo un intervento chirurgico hanno diritto al risarcimento del relativo danno fisico ed economico. La cancrena è una condizione patologica che si verifica quando tessuti come la pelle e i muscoli vanno in necrosi (morte cellulare). la cancrena è una condizione grave che può portare non solo all’amputazione di parti del corpo ma anche alla morte del paziente dovuta alla diffusione della putrefazione agli altri tessuti. I batteri che portano alla cancrena, infatti, rapidamente si espandono e aumentano il rischio di infezione pericolose per la vita.

Cause di cancrena

Ci sono due possibili cause di cancrena. La prima causa è l’infezione dei tessuti, che se non trattata porta alla necrosi degli stessi. L’altra causa è il ridotto afflusso di sangue al tessuto interessato. Uno dei ruoli del flusso di sangue, infatti, è quello di portare ai tessuti ossigeno. I tessuti interessati da mancanza di ossigeno vanno rapidamente in necrosi.

L'opinione del chirurgo

E' ampiamente riconosciuto che la procedura chirurgica possa causare ridotto afflusso di sangue e anche infezioni, entrambi fattori di rischio di cancrena. Inoltre, le infezioni comunemente si generano dopo un intervento dato che la procedura in sé determina l'ingresso di batteri all’interno dell’organismo. Durante un intervento chirurgico, si possono determinare danni agli organi come ostruzioni e aderenze con conseguente ridotto apporto di ossigeno alla zona interessata. In aggiunta, la chirurgia causa uno stress considerevole all’organismo e deprime il sistema immunitario.

Responsabilità dell'ospedale e del chirurgo

Non esiste nessuna garanzia che la procedura chirurgica abbia l'esito auspicato. La medicina non è una scienza perfetta ed esiste una grande variabilità tra i pazienti. In considerazione di ciò, il verificarsi di gangrena non implica automaticamente un sottostante errore medico. In ogni caso, esistono delle procedure e delle linea guida volte ad impedire la contrazione di infezioni e lo sviluppo di gangrena. Lo staff medico che si attiene a queste procedure può facilmente riconoscere e trattare tempestivamente i casi di cancrena.

Per capire se vi sia colpa medica si deve interrogare se il chirurgo e lo staff medico si siano attenuti o meno alle linee guida ed abbiamo agito secondo coscienza e professionalità.

Tipi di danni risarcibili

I pazienti ai quali in seguito a cancrena contratta per colpa medica possono chiedere il risarcimento dei danni per perdita di parte del corpo, il dolore, deformità permanente, presenza di cicatrice deturpante, perdita di guadagno conseguente alla perdita del lavoro, spese mediche sostenute e da sostenere. 

Vedi qui le tipologie di danno risarcibile.

I presupposti del diritto al risarcimento

Se una diagnosi od un trattamento ritardati o errati provocano un aggravamento della condizione di salute del paziente, quest'ultimo potrebbe avere diritto ad un risarcimento del danno. Il risarcimento può essere ottenuto solo se si verifichino i seguenti presupposti:

  • Il paziente abbia subito un danno alla salute
  • Vi sia un nesso causale tra tale danno e la condotta medica
  • Il medico o la struttura sanitaria non possano provare di aver correttamente adempiuto l'obbligazione sanitaria

Pensi che la cancrena e l'amputazione subita da te o da un tuo parente avrebbe potuto essere evitata?

Contatta lo Studio Legale COVA.

I nostri avvocati specializzati in malasanità, con l’ausilio di medici chirurghi e medici-legali, ti aiuteranno a capire se l’amputazione da te subita avrebbe potuto e dovuto essere evitata e ti assisteranno nella procedura volta ad ottenere giustizia.

Gli avvocati dello Studio Legale COVA, sono specializzati in lesioni causate da negligenza, imprudenza o imperizia del medico e quindi anche in casi di lesioni di cancrena causata da malasanità.

Contatta lo Studio Legale COVA per ottenere un inquadramento medico legale del tuo caso.

Il risarcimento può essere ottenuto sono se vi siano i presupposti sopra descritti. Un attenta analisi del caso da parte di medici legali esperti è, perciò, fondamentale.

Lo Studio Legale COVA ha sede a Bologna e segue i propri clienti su tutto il territorio nazionale e puoi contattarlo scegliendo una delle seguenti modalità:

- telefona al numero verde 800 035 180 o

- scrivi tramite WhatsApp (338.1209218) 

- compila questo modulo oppure

- prenota un collegamento Skype con l'Avv. Cova.


Possiamo seguirti in tutta Italia

Lo Studio Legale Cova segue i propri clienti su tutto il territorio nazionale e può assisterti nelle seguenti località:

Ancona, Agrigento, Aosta, Andria, Ascoli Piceno, Avellino, Alessandria, Arezzo, Asti Bari, Barletta, Belluno,Benevento, Bergamo, Biella, Bologna, Bolzano, Brescia Pescara, Brindisi, Cagliari, Caltanissetta, Campobasso, Carbonia-Iglesias, Caserta, Catania, Catanzaro, Chieti, Como, Cosenza, Cremona, Crotone, Cuneo, Enna, Frosinone, Ferrara, Forlì-Cesena, Fermo, Firenze, Foggia, Genova, Gorizia, Grosseto, Imperia, Isernia, Latina, La Spezia, L’Aquila, Lecce, Lecco, Lodi, Livorno, Lucca, Macerata, Mantova, Matera, Massa-Carrara, Medio Campidano, Messina, Milano, Modena, Monza Napoli, Novara, Nuoro, Ogliastra, Olbia-Tempio, Oristano, Padova, Palermo, Pavia, Parma, Perugia, Pesaro Urbino, Piacenza, Pisa, Pistoia, Pordenone, Potenza, Prato, Ragusa, Ravenna, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Rieti, Rimini, Roma, Rovigo, Sassari, Savona, Salerno, Siena, Siracusa, Sondrio, Taranto, Teramo, Terni, Torino, Trapani, Trento, Treviso, Trieste, Udine, Varese, Venezia, Verbania, Vercelli, Verona, Vibo-Valentia, Vicenza, Viterbo.