Commozione cerebrale: malasanità e risarcimento

Assistenza legale e medico legale per errori nella diagnosi di commozione cerebrale 
Il
trauma cranico impone una particolare attenzione, in termini sia di diagnosi che di trattamento.

Le commozioni cerebrali sono un tipo specifico di lesioni cerebrali traumatiche di solito causate dall'urto della testa contro un corpo o superficie solida. Possono, tuttavia, anche essere il risultato dello scuotimento violento della testa o della parte superiore del corpo. Se da un lato gli effetti immediati della commozione cerebrale potrebbero non essere evidenti, i traumi ripetuti colpiscono le funzioni cerebrali, con risultati spesso gravi.

Gli avvocati dello Studio Legale COVA assistono, su tutto il territorio nazionale, le vittime di negligenza medica, comprese quelli che hanno subito un trauma cranico, hanno ricevuto una diagnosi errata in caso di commozione cerebrale o hanno riportato danni più gravi a causa di una commozione cerebrale o altre lesioni cerebrali.

Se hai ricevuto una diagnosi sbagliata e, di conseguenza, hai subito gravi danni, potresti aver diritto ad un risarcimento per le lesioni subite.

Contatta i nostri avvocati con esperienza in casi di errori diagnostici per ottenere un inquadramento del caso.

La mancata diagnosi di commozione cerebrale

Mentre gli effetti permanenti della commozione cerebrale ripetuta sono ben documentati, la condizione, a volte, non è correttamente diagnosticata in base all'assunto che essa sia meno grave di quella che realmente è o non è diagnosticata del tutto. I sintomi di commozione cerebrale sono essenzialmente quattro:

  • Problemi cognitivi - Compresa difficoltà di concentrazione o di memoria.

  • Problemi fisici - come mal di testa, nausea, o sensibilità alla luce o al rumore.

  • Interruzione del sonno - Dormire troppo o meno del solito.

  • Cambiamenti emotivi - irritabilità, depressione o ansia.

I sintomi elencati sono tutti abbastanza comuni. Di conseguenza,se nessuno di loro è particolarmente grave, il medico potrebbe non individuare un nessi tra una lesione alla testa ed la commozione cerebrale. Dopo ogni trauma cranico, tuttavia, il medico dovrebbe condurre esami volti a confermare se si sia verificata una commozione cerebrale e, in caso affermativo, iniziare immediatamente il trattamento per limitare i relativi danni.

Se un medico non riesce a trattare una commozione cerebrale correttamente, possono verificarsi danni psico-fisici gravi e permanenti. Inoltre, le persone che hanno subito commozioni cerebrali ripetute hanno un rischio aumentato del 39% di subire un trauma cranico catastrofico con disabilità permanenti a seguito di una futura commozione cerebrale. Pertanto, è fondamentale identificare e trattare ogni singola commozione cerebrale. In caso contrario, la salute e la vita del paziente sono messe a rischio.

I protocolli sulla commozione cerebrale dei licei e università degli Stati Uniti

Le competizioni sportive sono tra le circostanze in cui le lesioni da commozione cerebrale si verificano più frequentemente.

Il colpo di testa nel gioco del calcio può essere fonte di commozione cerebrale e danni e sarebbe quindi opportuno che la decisione di tornare in campo dopo una commozione cerebrale venisse presa dagli operatori sanitari, e non fosse nelle mani dell’atleta o di chi ha interesse a vederlo giocare,

Inoltre esiste la possibilità che i traumi cerebrali ripetuti rappresentino un rischio per lo sviluppo di gravi malattie neurodegenerative quali Parkinson e Alzheimer.

Pensi che la commozione cerebrale subita date o da un tuo parente non sia stata correttamente diagnosticata? Pensi che a tuo figlio sia stato consentito di continuare l'attività sportiva dopo una commozione cerebrale?

Gli avvocati dello Studio Legale COVA assistono, su tutto il territorio nazionale, le vittime di negligenza medica, comprese quelli che hanno subito un trauma cranico, hanno ricevuto una diagnosi errata in caso di commozione cerebrale o hanno riportato danni più gravi a causa di una commozione cerebrale o altre lesioni cerebrali.

Se hai ricevuto una diagnosi sbagliata e, di conseguenza, hai subito gravi danni, potresti aver diritto ad un risarcimento per le lesioni subite. Oppure, se ritieni, che al tuo bambino è stato permesso di scendere in campo prima che fosse sicuro farlo, l'allenatore o la scuola possono essere ritenuti responsabili per eventuali ulteriori lesioni o danni cerebrali da lui sofferti.

Lo Studio Legale COVA ha sede a Bologna e segue i propri clienti su tutto il territorio nazionale e puoi contattarlo scegliendo una delle seguenti modalità:

- telefona al numero verde 800 035 180 o

- scrivi tramite WhatsApp (338.1209218) 

- compila questo modulo oppure

- prenota un collegamento Skype con l'Avv. Cova.


Possiamo seguirti in tutta Italia

Lo Studio Legale Cova segue i propri clienti su tutto il territorio nazionale e può assisterti nelle seguenti località:

Ancona, Agrigento, Aosta, Andria, Ascoli Piceno, Avellino, Alessandria, Arezzo, Asti Bari, Barletta, Belluno,Benevento, Bergamo, Biella, Bologna, Bolzano, Brescia Pescara, Brindisi, Cagliari, Caltanissetta, Campobasso, Carbonia-Iglesias, Caserta, Catania, Catanzaro, Chieti, Como, Cosenza, Cremona, Crotone, Cuneo, Enna, Frosinone, Ferrara, Forlì-Cesena, Fermo, Firenze, Foggia, Genova, Gorizia, Grosseto, Imperia, Isernia, Latina, La Spezia, L’Aquila, Lecce, Lecco, Lodi, Livorno, Lucca, Macerata, Mantova, Matera, Massa-Carrara, Medio Campidano, Messina, Milano, Modena, Monza Napoli, Novara, Nuoro, Ogliastra, Olbia-Tempio, Oristano, Padova, Palermo, Pavia, Parma, Perugia, Pesaro Urbino, Piacenza, Pisa, Pistoia, Pordenone, Potenza, Prato, Ragusa, Ravenna, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Rieti, Rimini, Roma, Rovigo, Sassari, Savona, Salerno, Siena, Siracusa, Sondrio, Taranto, Teramo, Terni, Torino, Trapani, Trento, Treviso, Trieste, Udine, Varese, Venezia, Verbania, Vercelli, Verona, Vibo-Valentia, Vicenza, Viterbo.