Come lavoriamo nei casi di Malasanità 

Lo Studio Legale COVA assiste le vittime di malasanità, in tutta Italia consento loro di ottenere il giusto risarcimento dei danni.

Ecco come procedono i legali dello Studio per farti ottenere il risarcimento del danno:

CONTATTO CON IL CLIENTE

Il cliente può contattare lo Studio Legale tramite il numero verde 800 035 180, compilando il form nella pagina del sito "contatti", tramite WhatsApp al n. 338.1209218, per mail all'indirizzo info@studiolegalecova.com oppure tramite i canali social.

Questi sono i link dei social sui quali è presente l'Avv. COVA e all'interno dei quali è possibile contattarlo:

pagina FACEBOOK:  https://www.facebook.com/avv.andrea.cova

pagina MALASANITA':  https://www.facebook.com/Risarcimento.Danni.Malasanita/

Gruppo FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/avvandreacova/

Pagina LINKEDIN:  https://www.linkedin.com/in/acova/

PRE-VALUTAZIONE

I legali dello Studio Legale COVA effettuano una prevalutazione del caso insieme con i medici-legali sulla base di un resoconto dell'accaduto inviato dal cliente e, se ravvisano elementi per procedere, convocano il cliente per un approfondimento.

L'Avv. ANDREA COVA incontra personalmente i clienti, su tutto il territorio italiano.

SOTTOSCRIZIONE DI MANDATO E PRIVACY

La sottoscrizione del mandato ai fini della valutazione del caso e del modulo della privacy sono fondamentali per poter accedere alle informazioni private dei clienti e poter visionare la documentazione medica.

INVIO DOCUMENTAZIONE

Affinché i nostri consulenti possano individuare la responsabilità, oltre alla cartella clinica e ai documenti pertinenti, è quindi, importante inviare un resoconto dettagliato del caso che ha portato al decesso o alla lesione grave.

VALUTAZIONE DEL MEDICO-SPECIALISTA 

I nostri consulenti medici, specialisti nell’area della medicina che afferisce al caso, si esprimono sulla responsabilità dei sanitari. Se la valutazione è positiva, ovvero secondo i nostri medici c’è una presunta responsabilità da parte dei sanitari, si procede con l’azione legale. Nel caso di un parere negativo invece, lo studio comunica al cliente la non procedibilità del caso.

ACCORDO SCRITTO CON IL CLIENTE

Se il parere del medico specialista è positivo, si procede alla redazione e sottoscrizione dell’accordo  con il cliente

REDAZIONE PERIZIA

A fronte di una valutazione positiva, il medico specialista e il medico-legale redigono una perizia di parte, specialistica e medico-legale. La professionalità dei medici specialisti è fondamentale in questa fase perché tutte le iniziative legali si fonderanno su quanto i nostri specialisti assumeranno nella loro perizia. I medici che collaborano con lo Studio Legale COVA sono tutti professori o ricercatori universitari che da tanti anni svolgono l’attività di periti di parte e/o di Tribunale.

REDAZIONE LETTERA DI DIFFIDA E MESSA IN MORA

La redazione di una lettera di diffida e messa in mora e l'invio alla struttura ospedaliera sono i primi atti posti in essere dallo studio ed hanno lo scopo di mettere in mora il medico e/o la struttura ospedaliera e interrompere in tal modo i termini della prescrizione.

RICORSO PER ATP E CTU.

Se l'attività stragiudiziale messa in moto dalla diffida non dovesse avere successo, lo Studio procederà con il deposito del ricorso per a.t.p. ai sensi dell'art.696 bis cpc. 

Si tratta di un procedimento giudiziale molto veloce, che prevede una sola udienza per il giuramento del collegio dei CTU in quasi tutti i Tribunali Italiani; in altri, come per esempio il Tribunale di Roma, alcuni giudici riservano la prima udienza alla comparizione delle parti e convocano il CTU per il giuramento ed il conferimento dell'incarico, per la seconda udienza. Una terza udienza è finalizzata a verificare che i consulenti del Giudice abbiano depositato la propria perizia nei termini indicati dal Giudice medesimo.

Questo procedimento, infatti, termina con il deposito di una consulenza tecnica "super partes" redatta dai consulenti medici del giudice (C.T.U.).

DEFINIZIONE CON TRANSAZIONE O PROCEDIMENTO 702 BIS CPC
Quando l'esito è positivo e la perizia individua il nesso di causalità tra l'errore medico e il danno (decesso o lesione/invalidità), ci sono ottime probabilità di giungere ad una transazione con la struttura ospedaliera o l'assicurazione della stessa.

Nelle ipotesi in cui, invece, non si giunga alla predetta transazione (o la struttura sia in auto-assicurazione e cioè non assicurata) si procederà con un giudizio ex art. 702 bis (molto veloce e consistente generalmente in una sola udienza) o con un giudizio ordinario, nei quali verrà acquisita la CTU espletata.

Contatta lo Studio Legale Cova per sapere se Tu o un Tuo parente avete diritto al risarcimento dei danni scegliendo una delle seguenti modalità:

- telefona al numero verde 800 035 180 

- scrivi tramite WhatsApp (338.1209218) 

- compila il modulo a fianco con tutti i tuoi dati spiegando la tua problematica

- invia una email all'indirizzo dedicato:  info@studiolegalecova.com

- prenota un collegamento Skype con l'Avv. Cova (avv.andrea.cova).


Possiamo seguirti in tutta Italia

Lo Studio Legale Cova segue i propri clienti su tutto il territorio nazionale e può assisterti nelle seguenti località:

Ancona, Agrigento, Aosta, Andria, Ascoli Piceno, Avellino, Alessandria, Arezzo, Asti Bari, Barletta, Belluno,Benevento, Bergamo, Biella, Bologna, Bolzano, Brescia Pescara, Brindisi, Cagliari, Caltanissetta, Campobasso, Carbonia-Iglesias, Caserta, Catania, Catanzaro, Chieti, Como, Cosenza, Cremona, Crotone, Cuneo, Enna, Frosinone, Ferrara, Forlì-Cesena, Fermo, Firenze, Foggia, Genova, Gorizia, Grosseto, Imperia, Isernia, Latina, La Spezia, L’Aquila, Lecce, Lecco, Lodi, Livorno, Lucca, Macerata, Mantova, Matera, Massa-Carrara, Medio Campidano, Messina, Milano, Modena, Monza Napoli, Novara, Nuoro, Ogliastra, Olbia-Tempio, Oristano, Padova, Palermo, Pavia, Parma, Perugia, Pesaro Urbino, Piacenza, Pisa, Pistoia, Pordenone, Potenza, Prato, Ragusa, Ravenna, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Rieti, Rimini, Roma, Rovigo, Sassari, Savona, Salerno, Siena, Siracusa, Sondrio, Taranto, Teramo, Terni, Torino, Trapani, Trento, Treviso, Trieste, Udine, Varese, Venezia, Verbania, Vercelli, Verona, Vibo-Valentia, Vicenza, Viterbo.