Studio Legale Cova

Assistenza in tutta Italia per ogni tipologia di responsabilità sanitaria

Richiedi informazioni chiamando il NUMERO VERDE Da Lunedì a Sabato dalle 09.00 alle 19.00

Infezioni urinarie

Lo Studio Legale COVA, specializzato in malasanità, assiste in tutta Italia i danneggiati gravi da infezioni correlate all'assistenza sanitaria e i parenti di coloro che ne siano rimasti vittima, consentendo loro di ottenere il giusto risarcimento.

La letteratura medica considera nosocomiali due tipologie di infezioni: quelle che insorgono durante la degenza in ospedale, decorse almeno 48 ore dall'ingresso del paziente e quelle che si verificano dopo le dimissioni, sebbene riferibili, per tempo di incubazione, al ricovero stesso.

Il fenomeno è particolarmente rilevante, rappresentando - ovunque - la c.d. complicanza più frequente e grave nell'ambito dell'assistenza sanitaria. In Italia.

Il fondatore e titolare dello Studio, l’Avvocato Andrea COVA, è iscritto all'Ordine degli Avvocati di Bologna sin dall’anno 1995 e all'Albo degli Avvocati abilitati al patrocinio avanti alle magistrature superiori ed ha maturato nel corso del tempo una grande esperienza nel risarcimento danni derivanti da ogni tipologia di responsabilità sanitaria, aiutando le vittime ad ottenere giustizia.

Lo Studio Legale COVA si avvale della collaborazione dei migliori specialisti Italiani e instaura solamente azioni relative a pregiudizi rilevanti, supportate da un adeguato vaglio medico-legale e senza finalità meramente speculative.

Ogni caso di presunta responsabilità sanitaria che viene sottoposto all'attenzione dei professionisti dello Studio COVA, infatti, deve sempre ricevere una duplice valutazione: giuridica da parte del Legale e medica da parte del medico-legale, supportato dallo specialista della disciplina afferente al caso; solamente all’esito positivo del duplice controllo, la posizione viene accettata e la vertenza iniziata. (Leggi la procedura seguita dallo studio),

I COSTI

In linea generale, il compenso dello Studio Legale COVA è proporzionale al risultato ottenuto e viene liquidato a fine vertenza, al momento della riscossione del risarcimento erogato dai soggetti responsabili, i quali sono per lo più garantiti da apposite polizze assicurative o da altre forme di ritenzione del rischio assicurativo.

Se il caso verrà reputato meritevole di attenzione, sarà cura del titolare dello Studio Legale illustrarVi le modalità per la sua gestione, dalla valutazione medico-legale e/o specialistica, alla gestione stragiudiziale della vertenza, fino – qualora necessario – alla proposizione dell’azione giudiziale di risarcimento danni.

Chi vi tutela per ottenere il risarcimento danni

Tutte le posizioni sono gestite direttamente dall'Avv. Andrea Cova.

Al fine di fornire il miglior servizio possibile, l'Avvocato COVA incontra, in tutta Italia, le vittime di malasanità e partecipa personalmente alle udienze nei vari Tribunali italiani, evitando di incaricare avvocati domiciliatari.

Prima ancora di incontrare i clienti, l'Avv. Andrea COVA è disponibile a un colloquio non impegnativo nella sede del proprio studio o in videoconferenza (WhatsApp, Skype, Zoom) fruibile anche da tablet e smartphone, per valutare la procedibilità del caso.
All'esito del colloquio, il cliente potrà decidere se procedere oppure no.

LE INFEZIONI URINARIE

Le INFEZIONI URINARIE sono l’infezione più frequentemente acquisita in corso di ricovero in ospedale o struttura assistenziale sanitaria e il 70-80% di queste sono correlate alla presenza di catetere uretero-vescicale a permanenza (Cathelor-Associated Urinary Tract Infections - CAUTI).

L’infezione è la principale complicanza del cateterismo vescicale a permanenza.
Tali infezione spesso esitano in setticemia: il 21% delle setticemie ad insorgenza in ospedale ha origine urinaria e il 71% di queste è catetere associata.
I fattori di rischio per l’insorgenza di CAUTI sono: la durata della permanenza in situ del catetere che è il principale ed indipendente fattore di rischio; il sesso femminile; l’età superiore a 65 anni; l’utilizzo di sistema di drenaggio dell’urina non a circuito chiuso.
Altri fattori possono essere il diabete mellito, la malnutrizione, l’insufficienza renale, ulteriori focolai di infezione.
I sistemi di drenaggio e i sacchetti di raccolta rappresentano un serbatoio dal quale può determinarsi la contaminazione ambientale dei germi, favorita dalla manipolazione da parte del personale di assistenza ed il conseguente trasferimento da contatto ad altri pazienti.

Le principali linee guida prescrivono di:

- effettuare accurata igiene delle mani prima e dopo l’inserzione del catetere e di ogni manipolazione successiva del catetere e dei sistemi di drenaggio;

- inserire e sostituire il catetere seguendo tecniche di sterilità e utilizzando materiale sterile

- usare guanti, teleria, materiale di medicazione sterile e monouso, usare soluzione antisettica per detergere preventivamente il meatro uretrale, utilizzare materiale sterile in confezione monouso

- inserire catetere di diametro il più piccolo compatibile con le finalità cliniche del suo posizionamento, per limitare il traumatismo ureterale

- ancorare saldamente il catetere in sede endovescicale e nel suo decorso esterno per evitare dislocazioni e trazione

- mantenere dispositivi di drenaggio sterili e a circuito chiuso

- sostituire il catetere e/o i sistemi di drenaggio in caso di perdita di integrità e di sterilità del catetere e del sistema sterile chiuso di drenaggio

- per effettuare campionamenti di urine a fine analitico effettuare prelievo con siringae ago sterili esclusivamente dall’apposita via di accesso del catetere per agopuntura dopo averla sterilizzata accuratamente

- mantenere la sacca di raccolta al di sotto del livello della vescica e il tubo di raccordo in caduta continua evitando possibili inginocchiamenti

- svuotare la sacca di raccolta con approccio di sterilità e di prevenzione da contatto (lavaggio mani e guanti) utilizzando un contenitore di raccolta per ciascun paziente.

Se ritieni di essere vittima di un caso di Malasanità contatta lo Studio Legale COVA per sapere se hai diritto a un risarcimento dei danni che hai subito compilando il modulo a fianco, raccontando cosa è accaduto e descrivendo le tue perplessità in proposito.

Indica anche nome, cognome, data di nascita e numero di telefono, per un immediato contatto.

Oppure prenota una videoconferenza GRATUITA con l'Avv. Andrea Cova scrivendo al nr. 338.1209218.

Ti assistiamo in tutta Italia

L'Avv. Andrea Cova segue personalmente i propri clienti su tutto il territorio nazionale e può assisterti nelle seguenti località:

Ancona, Agrigento, Aosta, Andria, Ascoli Piceno, Avellino, Alessandria, Arezzo, Asti Bari, Barletta, Belluno, Benevento, Bergamo, Biella, Bologna, Bolzano, Brescia Pescara, Brindisi, Cagliari, Caltanissetta, Campobasso, Carbonia-Iglesias, Caserta, Catania, Catanzaro, Chieti, Como, Cosenza, Cremona, Crotone, Cuneo, Enna, Frosinone, Ferrara, Forlì-Cesena, Fermo, Firenze, Foggia, Genova, Gorizia, Grosseto, Imperia, Isernia, Latina, La Spezia, L’Aquila, Lecce, Lecco, Lodi, Livorno, Lucca, Macerata, Mantova, Matera, Massa-Carrara, Medio Campidano, Messina, Milano, Modena, Monza Napoli, Novara, Nuoro, Ogliastra, Olbia-Tempio, Oristano, Padova, Palermo, Pavia, Parma, Perugia, Pesaro Urbino, Piacenza, Pisa, Pistoia, Pordenone, Potenza, Prato, Ragusa, Ravenna, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Rieti, Rimini, Roma, Rovigo, Sassari, Savona, Salerno, Siena, Siracusa, Sondrio, Taranto, Teramo, Terni, Torino, Trapani, Trento, Treviso, Trieste, Udine, Varese, Venezia, Verbania, Vercelli, Verona, Vibo-Valentia, Vicenza, Viterbo.